Art. 26 quater l. 58/2019

È stata pubblicata nella G.U. n. 151 del 29 giugno 2019 (Suppl. Ordinario n. 26) la legge n. 58/2019 di conversione, con modificazioni, del decreto legge 34/2019, recante “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi” (cd. DECRETO CRESCITA). Tra le novità più rilevanti troviamo il contratto di espansione, introdotto per favorire il ricambio generazionale nelle aziende di medie e grandi dimensioni. Secondo il nuovo istituto, le aziende con organico superiore alle 1.000 unità possono ricorrere al contratto di espansione, in via sperimentale per gli anni 2019 e 2020, finalizzato alla riorganizzazione e alla reindustrializzazione dei processi produttivi. Con il contratto di espansione è possibile gestire la riqualificazione professionale dei lavoratori in forza, lo scivolo pensionistico per i dipendenti prossimi alla pensione e l’assunzione di nuove figure professionali a supporto dei programmi di sviluppo tecnologico dell’attività aziendale. Il decreto Crescita prevede un articolato procedimento che le imprese sono tenute a seguire per la stipulazione del contratto con il coinvolgimento dei sindacati e del Ministero del lavoro.