Con sent. 194/2018 la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale il criterio di determinazione dell’indennità spettante al lavoratore ingiustamente licenziato, ancorato solo all’anzianità di servizio, previsto dall’art. 3, comma 1, d.lgs. 23/2015 e confermato dal decreto dignità.